Bologna città universitaria e i suoi luoghi: nei dintorni di via Zamboni…

La città universitaria bologneseBologna è una sede universitaria storica di grande prestigio sia a livello nazionale che internazionale, la sua struttura urbanistica si presta bene per l’accoglienza degli 80 mila studenti che rendono le vie del suo centro sempre allegre e animate.

Via Zamboni a Bologna

Via Zamboni è una strada situata nel centro di Bologna che ospita i portici dell’università così come l’ingresso a diversi palazzi storici, questo è il luogo principale in cui si svolge la vita cittadina degli studenti. L’Università degli Studi di Bologna si trova all’interno degli edifici di Palazzo Poggi, intorno al quale, lungo la stessa via, è possibile trovare alcuni musei come quelli di Geologia e Mineralogia, le biblioteche, il palazzo della Provincia ed altri edifici amministrativi e religiosi di rilievo. La via consente l’accesso ad alcune piazze che diventano a loro volta luoghi di ritrovo privilegiati per gli studenti dell’ateneo, quindi tutta la zona toccata da via Zamboni identifica i dintorni del quartiere universitario vero e proprio. Il sindaco e la Regione Emilia Romagna, in virtù di questo spirito di accoglienza consolidatosi in seno all’istituzione dell’Università, nel 2011 hanno deciso di candidare la città per le Universiadi del 2017, evento sportivo di portata mondiale organizzato dalla Federazione Internazionale degli Sport Universitari. L’Italia vanta una lunga tradizione in questo ambito in quanto ha ospitato molte volte la manifestazione, soprattutto a Torino. Anche se la selezione finale ha stabilito la sede delle Olimpiadi Universitarie a Taipei (capitale di Taiwan), Bologna, insieme al suo ateneo, rimane il simbolo della città universitaria per eccellenza.

L’Università di Bologna e la sua storia

Bologna è la sede della prima università nata nel mondo occidentale: di poco precedente a quella dell’Università di Parigi, la sua data di fondazione risale al 1088 sotto il nome latino di “Alma mater studiorum”. Gli antichi natali e l’impegno costante nei secoli che lo rendono tuttora uno degli atenei italiani più virtuosi, gli hanno garantito un grande prestigio anche a livello internazionale. La sua fama è stata accresciuta anche dalla presenza di personaggi di spicco della cultura fra i numerosi docenti che si sono succeduti dalla sua costituzione fino ad oggi, tra cui Giosuè Carducci, Giovanni Pascoli e dal 2008 anche Umberto Eco. Per queste ragioni la città è stata sempre meta dei giovani attirati dal prestigio dell’Alma Mater, così che ha finito per sviluppare fisiologicamente la forma di una città universitaria. Di conseguenza la sua struttura, ormai attrezzata all’accoglienza di numerosi studenti spinge i giovani a sceglierla come sede dei propri studi. Dal punto di vista dello stile di vita che offre, si può dire che la città sia letteralmente a misura di studente, sia per quanto concerne lo studio che i divertimenti. Il quartiere universitario è ormai talmente integrato nella vita cittadina che sarebbe difficile, se non addirittura impossibile, immaginare la città con una conformazione differente. Da parte loro i cittadini vivono il rapporto con gli studenti in modo sereno, considerandoli una sorta di caratteristica imprescindibile che rende la città unica e più allegra.

Foto: lightpoet – Fotolia
Similar Posts: